Get Adobe Flash player




POLISPORTIVA SOVIZZO

 

 

La POLISPORTIVA SOVIZZO nasce ufficialmente come Associazione nel 1978 per promuovere e coordinare le nascenti attività sportive che gradualmente stavano fiorendo, portando fra i giovani nuove opportunità e coinvolgere gli adulti verso uno stile di vita più costante alla promozione dello sport, al fine di sensibilizzare i cittadini verso il valore educativo che questa attività riveste.

Fu così che la POLISPORTIVA iniziò con l'integrarsi al suo interno di diversi settori che contemplavano varie discipline:

 

·         Settore PALESTRA, con le attività di ginnastica per gli adulti ed i Centri Olimpia per i ragazzi, iniziò un cammino molto importante all'interno dell'Associazione stessa e di tutta la cittadinanza, diversificando negli anni le proposte di attività motoria per tutte le fasce di età.

·         Settore PALLAVOLO, ha dato l'opportunità ai ragazzi, ma i particolare modo alle ragazze, di praticare uno sport dove potessero esprimere le loro potenzialità e vivere in gruppo serenamente. La pallavolo ha avuto agli inizi anche un ottima presenza maschile che ha ottenuto risultati agonistici di rilievo.

·         Settore TENNIS, con la realizzazione nell'area sportiva di due campi da tennis, iniziò l'attività a livello amatoriale, con pochi partecipanti; ben presto questo sport avrebbe gradualmente incontrato sempre di più il favore della gente e degli appassionati anche nel nostro paese di Sovizzo.

·         Settore CICLISMO, in quelli anni una numerosa schiera di cultori di questo amato sport, formava un numeroso gruppo dedito alle uscite domenicali ed a volte anche infrasettimanali, fra le bellissime ed incantevoli località della nostra provincia e quelle limitrofe. Inoltre la bella iniziativa, svoltasi per anni, di una pedalata primaverile fra i nostri bellissimi paesaggi locali, denominata

“SOVIZZO PEDALA”.

 

Le strutture utilizzate e gestite a quel tempo, erano la Palestra delle Scuole Medie e naturalmente i nuovi campi del Tennis.

Solo nel 1995, con l'inaugurazione del nuovo Palazzetto dello Sport, edificato dall'Amministrazione Comunale nella futura area del Parco dello Sport, la Polisportiva ebbe l'opportunità di ampliare le proprie attività inserendo un nuovo settore che offriva ai ragazzi un'alternativa sportiva agonistica: il BASKET.

Con la nuova struttura a disposizione anche tutte le attività del settore PALESTRA e PALLAVOLO ebbero un nuovo e sostanziale impulso, aumentando la loro offerta per nuove attività sportive rivolte a tutte le generazioni, dai bambini agli anziani.

Nel settore agonistico della pallavolo questi nuovi spazi diedero l'opportunità di ampliare il numero delle squadre agonistiche giovanili.

 

Nel 1993 la Polisportiva Sovizzo partecipò con l'Amministrazione Comunale alla realizzazione dell'ampliamento, con due nuovi campi da tennis, e la sistemazione dell'area adiacente alla struttura originaria, spostando l'ingresso del Circolo Tennis nel lato del piazzale della piscina.

 

In tutti questi anni di attività si sono ottenuti anche degli importanti risultati agonistici che hanno dato modo ai nostri settori di mettersi in evidenza anche a livello regionale a scapito di più blasonate società sportive.

L'immagine della nostra Associazione, nei confronti delle varie Federazioni a cui erano iscritti i nostri settori, ha avuto l'opportunità di essere conosciuta, stimata ed apprezzata per l'organizzazione e la serietà nel gestire eventi sportivi e manifestazioni.

 

Fra i risultati di rilievo ottenuti in ambito sportivo regionale meritano di essere ricordati:

·         Settore TENNIS, la squadra femminile ha conquistato il diritto di partecipazione al campionato di serie C, anno 2002.

·         Settore PALLAVOLO, la squadra femminile vince il campionato di serie D ed accede al campionato di serie C nella stagione 2005/2006.

·         Settore BASKET, vince il girone del suo campionato ed conquista la partecipazione al campionato regionale di serie D nella stagione 2007/2008.

 

La Polisportiva Sovizzo, con il passare degli anni , diviene sempre di più una realtà integrante e ragguardevole per il mondo sportivo e sociale della comunità di Sovizzo; la sua opera non si è limitata solamente al mondo sportivo ed agonistico, ma ha saputo dimostrare di essere una Associazione versatile e dinamica presente nel territorio anche attraverso scelte che hanno saputo coinvolgere le altre Associazioni presenti nel comune, ma anche autonomamente, attraverso promozioni particolari diverse dal nostro standard sportivo.

Vogliamo ricordare l'impegno non solo rivolto allo sport praticato in qualsiasi età ma anche l'attivazione verso un ruolo sociale, attraverso delle altre Associazioni di volontariato nel partecipare e proporre iniziative che rispondano alle finalità dello statuto.

Ecco perciò il mobilitarsi con i Medici di Base per un corso di primo soccorso, la collaborazione per l'attività motoria dei ragazzi con handicap con la Cooperativa Primavera 85, concerti a scopo benefico a favore della Città della Speranza, Progetto Giulia ed altre Associazioni benefiche.

 

Importante, per la Polisportiva, è stata la collaborazione con l'Istituto Comprensivo per la realizzazione del progetto “più sport@ scuola” promosso dalla Regione Veneto e dal CONI e la partecipazione dell'Amministrazione Comunale, per fare conoscere ai ragazzi delle Scuole Elementari e Medie, le diverse realtà sportive presenti nel territorio.

Non è mancato un impegno importante rivolto ai più piccoli, per questo si è collaborato con la Scuola Materna “Curti” per dedicare ai bambini un corso di attività motoria svolto nei mesi invernali ed in estate durante i centri estivi.

 

Attualmente la Polisportiva Sovizzo non ha più al suo interno il settore CICLISTI ed il settore TENNIS, due settori che hanno contribuito alla fondazione di questa Associazione. Il loro abbandono è dovuto a motivi diversi, per i ciclisti la naturale conclusione di un gruppo omogeneo che non ha più trovato la continuità generazionale per svolgere questo impegno; per il tennis le sempre più crescenti difficoltà nel gestire una struttura che richiedeva un nuovo sforzo economico per ridiventare competitiva